Sidebar

30
Lun, Gen

Tecnologia

La storia dell’umanità ne ha viste di coppie celebri ma, senza voler ledere la maestà di nessuna di queste, è lecito sostenere che nel XXI secolo nessuno ha fatto meglio del binomio Internet e smartphone. Il mobile e il digital hanno infatti rivoluzionato la società, il commercio e ovviamente la quotidianità di tutte le famiglie della Penisola e non solo. Oggi come oggi sono numerose le attività che si sono spostate in rete e sui display dei telefonini, dalla fruizione di contenuti videoludici al gaming, passando per lo shopping online e molto altro ancora.

Il progresso e la tecnologia hanno portato numerosi benefici al vivere quotidiano, semplificandolo e permettendoci di fare delle cose che sino a poco tempo fa erano impensabili o perlomeno sembravano molto lontane.

Mettiamo che abbiamo intenzione di acquistare un “qualcosa” che si colleghi al nostro computer di casa, per stampare le nostre foto, per inviare fax (perché no? tipo la prenotazione di un viaggio on line, o la disdetta all’abbonamento telefonico), per scannerizzare le vecchie foto di famiglia prima che si autodistruggano o dei documenti importanti da archiviare nel pc, o per fotocopiare pagelle o ricette: ecco, questo qualcosa si materializza oggi nella stampante multifunzione.

Alzi la mano chi da piccolo non ha sognato di fare qualche scoperta scientifica per il bene dell’umanità, magari sconfiggendo il cancro o altre malattie.

L’era informatica: un brulicare di nati digitali e dinosauri informatici, quelli che hanno utilizzato il computer per la prima volta nella loro vita all’università, e i computer nerds, il mare magnum di chi è un utilizzatore finale e nel suo computer regna il caos assoluto.

Bionanotecnologie, servizi di sanità avanzata, nautica da diporto, ottica e strumentazione ottica, caffè, utensileria e turismo. Ma anche riciclo, efficienza energetica, edilizia ecocompatibile, prodotti biologici e tessuti tecnologici per impiego ospedaliero e nella protezione civile: sono i settori sui quali i giovani del futuro della nostra regione dovranno puntare per cercare di assicurarsi e costruirsi un avvenire. Settori, in sostanza, dove ricerca scientifica e innovazione giocano un ruolo fondamentale.

Ogni volta che si pensa alla fashion industry, si pensa a Vogue, alle modelle in passerella, agli stilisti più famosi, ai trend all’ultimo grido, alle grandi metropoli come Milano, New York, Parigi e Londra, ma attori di questo scenario sono anche loro, i fashion blogger.

Quale legame può esistere fra quella che la tradizione filosofica e letteraria ha sempre considerato il cuore dell’uomo, il centro del suo essere e l’ultimo ritrovato tecnologico, che per quanto avveniristico, rimane pur sempre un oggetto? Apparentemente nessuno.

È questo l’obiettivo che l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) si è proposta con la pubblicazione della guida informativa “I diritti dei consumatori nel mercato dei servizi di comunicazione elettronica” (consultabile sul sito web www.agcom.it), redatta dalla Direzione tutela dei consumatori nell’ambito delle attività di collaborazione previste dal Protocollo di intesa con le associazioni dei consumatori.

Altri articoli...