Skip to main content
Bud Helisson

Giocare all’aria aperta da piccoli previene la miopia

 |  redazionehelp

Per prevenire la miopia nei bambini bisogna trascorrere più ore all’aria aperta.

In una settimana, per ogni quattro ore che un bambino gioca in un luogo all’aperto, diminuisce del 2% il rischio di sviluppare questo comunissimo errore di rifrazione del cristallino dell’occhio. Lo studio è stato realizzato dall’Ospedale Universitario Ramon y Cajal di Madrid e dall’Università di Cambridge, ed è stato proposto nel corso del meeting annuale dell’American Academy of Ophthalmology che si è svolto recentemente ad Orlando, in Florida. Secondo gli esperti la luce naturale e la presenza di oggetti distanti apportano agli occhi un effetto benefico. “Giocando all’aperto, le attività richiedono più visione da lontano che da vicino e questo esercita l’occhio, prevenendo la miopia”, spiega Francisco Josè Munoz Negrete, fra gli autori della ricerca. “Nei Paesi sviluppati, in cui le attività più comuni sono la lettura o l’uso del computer, giocare ai videogiochi o guardare la televisione, l’incidenza della miopia – continua – è maggiore”. Invece, questo non si verifica nelle aree sottosviluppate, regioni in cui la cosa importante è vedere da lontano e difendersi contro il nemico. “L’organo visivo – chiarisce Negrete – si adatta alle esigenze del corpo: se principalmente ci serve per mettere a fuoco cose vicine, il bulbo oculare si allunga, cresce più del dovuto, e quindi sorge la miopia”. Nella ricerca gli esperti hanno esaminato 10mila bambini che sono stati invitati a partecipare ad otto diversi tipi di prove inerenti giochi all’aria aperta. Per i ricercatori, 14 ore alla settimana (due al giorno) passate a giocare nel parco o per strada diminuivano del 20% il pericolo di soffrire di miopia. “Rischio che – si legge nella ricerca – è del 60% per quei bambini che hanno genitori miopi e che non passano almeno 5 ore alla settimana a giocare all’aperto, un’attività che può bilanciare in modo efficace il pericolo legato allo sforzo visivo associato ai compiti”.


Altri contenuti in Wellness/Fitness

Pilates, una disciplina per tutti

  Consapevolezza del proprio corpo e della propria mente per condurli in una singola, dinamica e ben funzionante entità. Potremmo riassumere con questa definizione la filosofia che sta alla base de...

I frutti del benessere

Molte ricerche recenti sembrano “riscoprire” dal punto di vista scientifico alcuni tipi di frutti, molti di provenienza esotica. I prodotti della natura, che da secoli fanno parte della dieta indig...

Tra emozioni e razionalità: cos’è l’autostima?

Cercare di iniziare la giornata – o per lo meno approcciarsi ad essa – col sorriso; ridare spazio alle proprie emozioni imparando a riconoscerle e a lavorare con esse, quindi vivere il presente e l...

Invecchiamento della pelle: il 70% dipende dal sole

Cosa fare per un’abbronzatura senza problemi? La dottoressa Patrizia Giardino, chirurgo plastico di Milano, membro della Società di verifica e controllo di qualità e della Società americana di chir...

Il metodo Pilates

  Il Pilates è una tecnica che, se praticata costantemente, permette di tonificare la corporatura e al tempo stesso si concentra sulla correzione dei gesti posturali, prevenendo così la sintomatolo...