Skip to main content

Il percorso Kneipp: origini e diffusione

 |  Redazione Sconfini

All'interno del vasto mondo dell'idroterapia, ovvero un insieme di sistemi di cura basati sull'acqua, si annoverano diversi tipi di tecniche. Perché il corpo abbia benefici infatti serve non solo l'acqua ma una stimolazione corporea.

 

I sistemi più usati sono:

termici (caldo-freddo)

meccanici (maggiore o minore pressione sulla pelle)

chimici (preparati aggiunti all'acqua)

Fin dall'antichità era noto ad esempio il benessere che potevano apportare le cure termali.

Tuttavia si sta diffondendo in quasi tutti i centri benessere e le più moderne spa il percorso Kneipp, una pratica che rientra pienamente nell'alveo dell'idroterapia. L'inventore di questo sistema fu Sebastian Kneipp (1821-1897), un presbitero tedesco che nel 1849 si ammalò di tubercolosi. Leggendo il libro "Lezione sulla forza guaritrice dell'acqua fresca" di J.S. Hahn provò ad applicare ciò che aveva appreso nel volume in maniera completamente autodidatta. Spogliatosi nudo, si tuffava nel Danubio e subito si rivestiva e per contrastare il rapido raffreddamento correva verso casa. In 6 mesi di trattamento la malattia era scomparsa.

Nell'arco dei decenni il suo esperimento si accreditò sempre di più nonostate alcune ovvie resistenze e oggi il metodo è stato affinato. Nei centri benessere odierni è spesso presente un percorso Kneipp che solitamente si presenta come due vasche parallele con un fondo a ciotoli (tipo i ciotoli di fiume perché anche il massaggio plantare porta giovamento). L'acqua non arriva mai sopra le gincchia e solitamente si ferma all'altezza del polpaccio. Una vasca è fredda (circa 15°C) e l'altra calda (40-45°C). Degli augelli erogano acqua in modo simile a un idromassaggio stimolando l'ossigenazione degli arti inferiori.

La temperatura fressa restringe i vasi sanguigni mentre quella calda li dilata favorendo una sorta di ginnastica vascolare che produce effetti benefici. E' fondamentale che il percorso inizi e finisca con il corpo caldo e finisca con un trattamento caldo. Il periodo di immersione nell'acqua fredda deve essere di durata inferiore a un trattamento caldo.

Solo in Germania, patria originaria del metodo, si contano quasi 700 circoli Kneipp.


Altri contenuti in Wellness/Fitness

Le verdure nella dieta quotidiana: ma che cavolo mangi?

Contiene vitamine, sali minerali e acqua ed è molto utile alla digestione e al buon funzionamento dell’organismo. Stiamo parlando della verdura, che può essere classificata in diversi modi, a secon...

Quando è veramente necessario dimagrire?

  È difficile a dirsi quando si dovrebbe perdere peso: alcuni sentono il bisogno di farlo essendo sovrappeso di 2 kg, altri non se ne rendono conto finché non glielo consiglia il medico. “L’atteggi...

Tra emozioni e razionalità: cos’è l’autostima?

Cercare di iniziare la giornata – o per lo meno approcciarsi ad essa – col sorriso; ridare spazio alle proprie emozioni imparando a riconoscerle e a lavorare con esse, quindi vivere il presente e l...

La mappa delle nostre emozioni

La mamma coccola il bambino, accarezzandolo e cullandolo per tranquillizzarlo quando piange. L’adulto ricerca la tenerezza tra le braccia del proprio partner. L’anziano solo darebbe chissà cosa per...

Estate in città: come sopravvivere al caldo

Non tutti hanno e avranno la fortuna di godersi l’estate nel pieno del suo splendore. Migliaia di italiani saranno infatti costretti a lavorare, e tanti altri cittadini della Penisola – per scelta ...