Skip to main content

De Magistris prosciolto. La video intervista dell'ex pm

 |  Redazione Sconfini

video, De Magistris prosciolto, attacco P2Dopo la notizia del proscioglimento dell'ex pm Luigi De Magistris e l'archiviazione della sua posizione dall'inchieste Why Not, passato "inaspettatamente" sotto silenzio assoluto sulle televisioni e quasi assoluto sui principali giornali nazionali, il protagonista dice la sua in una video intervista.

Nell'intervista l'ex pm rilancia su temi di scottante attualità, in particolare sulla strategia mediatico-istituzionale che ha tentato e continua a tentare di infangare la sua persona, la sua professionalità e il suo operato.

Poi attacca il Csm che ha fatto proprie delle accuse che, come sta venendo alla luce, erano strumentali.

E infine un attacco frontale all'antico ma mai accantonato progetto illiberale della loggia massonica P2, che stando alle sue parole, il Governo Berlusconi sta perseguendo con grande forza e che prevede l'annientamento di tutti gli organi di controllo e di garanzia, dalla magistratura al pluralismo dell'informazione.

Sarebbe bello pensare che questo progetto è sotto gli occhi di tutti, ma così non è. Di questo può accorgersi solamente chi non si informa attraverso la tv, ovvero una porzione molto ristretta della popolazione.

La dimostrazione? Da moltissime settimane l'Italia dei Valori è scomparsa dai polpettoni politici dei Tg e, in modo ancora più spudorato radio, tv e (buona parte)giornali nell'elencare i "grandi nomi" presenti nelle liste delle prossime elezioni europee (tipo il vincitore di Ballando con le Stelle Filiberto di Savoia - questi i suoi meriti politici-, le soubrette da Bagaglino del Pdl o vecchissimi dinosauri della politica pronti per svernare lautamente pagati a Bruxelles) non citano mai quelli del partito di Di Pietro (Carlo Vulpio, anche lui prosciolto dal gip di Salerno, Sonia Alfano e lo stesso De Magistris).


Altri contenuti in Cronaca

Attentato a Kabul contro gli italiani. Rinviata la manifestazione a favore della libertà di stampa

Dopo il sanguinoso attentato di Kabul dove sono rimasti vittime almeno 6 italiani, la Fnsi (la Federazione Nazionale della Stampa Italiana) e il sindacato nazionale dei giornalisti hanno deciso di ...

Bossi: "Denuncerò chi mi ha pagato la ristrutturazione della casa". Il bacio della morte di B.

Sul caso Belsito - Finanziamenti - Lega Nord - Bossi, da quando a favore di Umberto Bossi si è espresso anche Silvio Berlusconi la situazione mentale del Senatur appare gravemente compromessa. Se e...

Follie di mezz'estate: l'ipocrisia non conosce stagioni

È notizia dell’agosto appena trascorso che si riferisce ad un episodio verificatosi in una nota località balneare (ne omettiamo il nome per evidenti motivi… di opportunità!) all’interno di un noto ...

Il 15 giugno sarò da Obama. E invece ci ritroviamo Gheddafi a Roma.

L'arrivo in Italia del dittatore sanguinario Gheddafi, osannato da tutti i politici romani, è davvero la rappresentazione della tragicomica condizione della diplomazia italiana. Ma facciamo un pass...

In linea con la sicurezza

Gli infortuni sul lavoro sono numerosi. Troppo numerosi. Di fronte a questa realtà, non ci si può non domandare se si fa abbastanza in termini di prevenzione. Molto spesso, infatti, gli incidenti p...