Skip to main content

In Italia Camera, Senato e Quirinale costano più di Francia, Germania e Buckingham Palace messi insieme

 |  Redazione Sconfini

Come stiamo messi a costi della politica dopo mezza dozzina d'anni di tagli draconiani, riforme delle pensioni, taglio al welfare, demolizione del sistema sanitario, riduzione dei dipendenti pubblici e devastazione del comparto scuola? Ovviamente peggio di prima. Come praticamente in tutte le cose, debito pubblico galoppante in primis.

 

E' notizia ufficiale di pochi giorni fa che sul fronte del debito pubblico anche il governo Renzi ha miseramente fallito: i meno di due anni a Palazzo Chigi sono costati agli italiani 1.800 euro a testa ultracentenari e neonati compresi per un totale di 110 miliardi di euro in debito in più rispetto alla già pesantissima eredità lasciata dal trio maravilla Berlusconi-Monti-Letta.

Si dirà: beh almeno i costi della politica si sono ridimensionati e siamo tornati a livelli europei. Purtroppo anche questa diceria è completamente falsa.

In Italia la somma delle spese relative a Quirinale, Camera e Senato sono ampiamente superiori a 1,7 miliardi di euro all'anno! In cifre suona così: 1.700.000.000 di euro cioé oltre 140 milioni di euro al mese. E' poco o tanto? Basta paragonarlo al resto dell'Europa civilizzata.

Fermo restando che il nostro primo posto è inattaccabile, prendiamo la Francia, che sale sul secondo gradino del podio. Tra Eliseo, Camera e Senato i cugini transalpini, malati di grandeur, spendono 970 milioni di euro. Poco più della metà dell'Italia.

Staccatissimi i tedeschi, il cui Capo di Stato spende un decimo di Mattarella e del suo cucuzzaro. I teutonici spendono poco più di 670 miloni di euro l'anno, ovvero poco più di un terzo dell'Italia (e la loro popolazione è nettamente superiore alla nostra per cui il costo procapite è sensibilmente più basso).

Mettendo insieme i costi della politica di Germania e Francia ancora non abbiamo coperto i costi del ciarpame romano.

Fuori dal podio segue il Regno Unito che spende complessivamente poco più di 500 milioni (alla Regina e a tutta la famiglia reale Buckingham Palace compreso spettano poco più di un quinto del nostro Presidente della Repubblica).

Staccatissimo l'ultimo grande Paese europeo in termini di dimensioni e popolazione: la Spagna, famiglia reale compresa, spende poco più di 150 milioni l'anno. Praticamente 12 volte meno che gli esagerati politici nostrani.

Buon Maalox a tutti!


Altri contenuti in Economia

Islanda sull'orlo del fallimento si affida alla Russia

C'era una volta un'isola felice. L'Islanda. Ora l'isola esiste ancora, ma non è affatto felice. Il sistema capitalistico sregolato occidentale, che in queste settimane sta bruciando centinaia di mi...

La grande fuga: cosa resta al risparmiatore?

  E' un film che certamente avete già visto: “La grande fuga” ci viene riproposta puntualmente ogni mese. Ma no, non sto alludendo alla grande pellicola di John Sturges con il mitico Steve McQueen....

Chi ha paura del fuoco?

 Chissà perché ogni qualvolta le Borse perdono più del 2% sembra che sia il Nerone più in forma e malefico il vero protagonista del mercato? Non so se è un problema di scarsa fantasia, di noiosa ri...

80 milioni di barili di petrolio in alto mare in attesa che il prezzo salga

  Il drastico calo del prezzo del petrolio fornisce alcuni spunti giornalistici a testimonianza di comportamenti davvero inediti da parte dell'industria che si arricchisce smisuratamente con l'oro ...

Recessione tecnica: le balle di Renzie alla prova dei fatti

Ma chi l'avrebbe mai detto? Neppure il miracoloso rottamatore, il grande comunicatore, il giovane armato solo di alti ideali e vittorioso contro la vecchia nomenklatura è riuscito a invertire la ro...