Skip to main content

Pd alla resa dei conti. Un tutti contro tutti che volge le spalle agli elettori

 |  Redazione Sconfini

franceschiniIl dibattito interno al Pd rischia di essere anche l'ultimo per questo deforme prodotto dell'omologazione cattocomunista in salsa italiota. Nel momento in cui, quello che dovrebbe essere il principale partito di opposizione al Governo avrebbe le carte in regola per contribuire a rovesciare Berlusconi e suoi in preda ad uno stato confusionale senza pari e alla vigilia di un G8 che potrebbe segnare comunque la fine del berlusconismo, che succede nel Pd? Divisioni, lotte di potere, ricatti, contraddizioni, frecciatine e vendette. Uno spettacolo veramente indegno.

Insomma, invece di andare in Parlamento a chiedere formalmente le dimissioni del premier in virtù dei continui scandali che lo travolgono da mesi e paralizzano l'azione di governo o almeno la risposta a una serie di domande tipo:

1. Lei, signor Presidente, va a letto con minorenni?

2. Le risulta che in sua assenza cantanti, prostitute, ballerine, ministri stranieri e giornalisti servi abbiano utilizzato voli di Stato pagati dai cittadini per giungere nelle sue ville?

3. Possibile che lei non sapesse che Patrizia D'Addario è una prostituta?

4. Perché Topolanek era nudo con il pene in erezione a villa Certosa?

5. Perché i suoi rapporti con Tarantini erano così stretti?

6. Lei o i suoi ospiti ai festini facevano uso di droghe?

7. Di cosa si è parlato alla cena segreta con i due giudici costituzionali che dovranno giudicare sul lodo Alfano?

8. Sua moglie afferma che lei è un uomo malato. Di che malattie soffre?

9. Perché ogni giorno nega ciò che ha detto il giorno prima?

10. Lei è al corrente dei motivi per i quali è stato dato fuoco all'automobile di Barbara Montereale?

Cosa fa il Pd? Inaugura 4 mesi di campagna elettorale interna! La peperina Serracchiani che sfida con il segretario Franceschini l'establishment del partito, con i vari D'Alema, Violante, Latorre, Bindi, Bersani (candidato di facciata di D'Alema) lanciando frecciatine e questi ultimi che le rispondono dandole della gallina e dimostrandosi però finalmente in grado di opporsi e fare la voce grossa. Con la più indifesa però, non certo con il papi padrone d'Italia. Quella che assieme a Franceschini ha salvato il Pd da uno sfascio che a questo punto possiamo ben dire fosse voluto da molti di loro.

Siamo alla follia più pura. Se questo non è un modo per evitare di fare il loro lavoro (opporsi a Berlusconi) significa che, in fondo in fondo, Berlusconi a questa gente sta bene. Insomma finché ci sarà Berlusconi ci saranno anche loro, forse perché collusi? L'azzeramento della Giunta Regionale Pugliese di centrosinistra è più di un segnale.

Perché altrimenti queste sperticate dichiarazioni e accuse sarebbero figlie di una classe dirigente palesemente ottenebrata da un'autoreferenzialità patologica ed incurabile.


Altri contenuti in Politica

Partiti in crisi. Rese dei conti all'ordine del giorno

La politica italiana è in difficoltà su molti fronti. La credibilità dei partiti agli occhi dei cittadini è molto al di sotto della soglia della vergogna. I continui scandali a sfondo criminale che...

Sicilia quasi in default: al resto d'Italia tocca il ruolo di Merkel

Se in Sicilia accadrà ciò che in molti temono, ovvero il default che bloccherà il pagamento di stipendi e liquidazioni 150mila persone che a vario titolo incassano soldi dalla Regione, assisteremo ...

Mara Carfagna tra un Bocchino, un avvertimento e il suggerimento a stringere i denti

  La tragicomica parabola (forse) finale del berlusconismo ha la sua cifra nel caso-Carfagna. C'è materiale sufficiente per realizzare un trattato di sociologia, un libercolo di antropologia cult...

Fenomeno Lega: a scuola di educazione politica

Passata la buriana, schiarito il cielo elettorale, la consistenza e la posizione delle diverse nuvole ci appare ora con molta più nitidezza. Brilla alla luce del sole la verità in merito a chi sia ...

Movimento 5 Stelle: il governo in mano (subito) con due semplci mosse

La via più facile per far in modo che il Movimento 5 Stelle possa avere in mano direttamente Palazzo Chigi è quella di sedersi sul bordo del fiume e aspettare. I cadaveri dei nemici (Pd e Pdl) prim...