Skip to main content

Renzi il camaleonte. Analisi delle fotografie alle sue spalle durante le interviste

 |  Administrator

Deve essere una specie di maledizione quella che attanaglia gli elettori del Pd. Persone educate, garbate, misurate, prevalentemente oneste ma costrette da quando esiste il loro partito di riferimento a deglutire una dirigenza a dir poco naif.

 Tra pochi giorni, ferendosi ancora una volta quasi mortalmente con le loro stesse mani, sceglieranno Renzi quale nuovo segretario.

Ciò che non lascia indifferenti dell'ormai ex rommatatore (visto che ha imbarcato i dinosauri più incartapecoriti del Pd da Veltroni a Fassino, da De Luca a Franceschini) è la sua maniacale attenzione all'immagine (perchè sui contenuti siamo alla tabula rasa) e l'incredibile camaleontismo di chi sa muoversi nell'ambito di un'iconografia sempre mutevole a seconda del target di riferimento.

Ad esempio, ieri era ospite di due trasmissioni televisive in prima serata.

1) Su Tiki Taka, il programma calcistico di Italia1 alle sue spalle c'è la foto di Napolitano. Per un pubblico che poco è interessato di politica è il riferimento istituzionalmente più elevato e anche più riconoscibile specialmente ora che Berlusconi è fuorigioco, Grillo non è nelle aule parlamentari e il Pd è una minestra di anziani e decotti politicanti. Immediato nel pubblico scatta il riconoscimento del leader Renzi come un punto alto per le istituzioni repubblicane perché assorbe per vicinanza i connotati dell'immagine di Napolitano. Per la maggioranza dei telespettatori di Italia1 Napolitano è comunque un politico portatore di valori positivi e questi (veri o non veri) vengono passati come in una costruzione fatta di vasi comunicanti al sindaco assenteista di Firenze.

2) Pochi minuti dopo troviamo Renzi sempre seduto sul suo trono sulla trasmissione Piazza Pulita in onda su La7. Il pubblico qui è molto diverso, più preparato, decisamente critico nei confronti di Napolitano e dei suoi pasticci: dalla disastrosa nomina di Monti, alle larghe intese naufragate con la condanna a Berlusconi, dai moniti inascoltati per cambiare la legge elettorale all'impopolarità, seguita alla sua elezione a discapito di Rodotà, dalle sue incostituzionali firme di lodi Alfano e scudi fiscali alle sue richieste di indulto decisamente poco popolari. E infatti Napolitano scompare dietro la testa di Renzi e al suo posto ecco la cornice contenente la foto del Fonzie toscano che tiene la mano a Mandela mandando quindi un messaggio molto diverso da quello precedente: diritti umani, elevato tasso di umanità, coraggio nelle proprie idee a costo del carcere (figurato nel suo caso), giustizia sociale.

Su Rai Yoyo cosa metterebbe alle sue spalle? La foto di Peppa Pig o Barbapapà?

Su SkySport? Quella di Messi o di Kobe Bryant?

Su Rai Storia? Quella di Churchill o quella di Gianni Bisiach?

Su Fox? Quella di Peter Griffin o quella di Bart Simpson?

Su 7Gold? Certamente quella di Tiziano Crudeli

E su youporn? Forse quella degli elettori del Pd. Di schiena

---

Immagine tratta da nonleggerlo.

diventa fan su facebook


Altri contenuti in Politica

All'orizzonte già si scorge la nuova Dc versione oggi le comiche

Ottime notizie per i protagonisti dell'inciucio nazionale: i tre principali partiti sono esplosi o stanno esplodendo. Nel Pd, tra i 300mila residuali iscritti al partito (160mila in meno del 2009) ...

Giovani, che orrore (parte II)

Roberto Antonione: «La nostra società ricca e appagata, paradossalmente, svantaggia quelli che dovrebbero essere i protagonisti naturali del cambiamento e dell’innovazione». Nella conversazione con...

Lodo impronta

Altro che riforma della giustizia, qui occorre muoversi anche su un nuovo fronte della scienza forense, cioè quello che studia e analizza le impronte digitali. Dopo aver quasi salvato Berlusconi da...

Lusi in galera, Grillo mette la freccia

Con 155 voti a favore e solo 13 voti contrari (Rutelli non ha avuto neanche il coraggio di premere il bottone), il Senato ha dato il via libera alle manette per l'ex tesoriere della Margherita Luig...

Goldmonti Sachs

Dunque, mettiamola così. Il governo dei tecnici ha praticamente fallito la sua missione riformista e iper-liberista (a parte randellare pensionati, pensionandi e operai). Così, il tecnicissimo Mari...