Sidebar

16
Mer, Ott

Jacques Chirac. Quella volta che Silvio mi disse "Non sai quante natiche hanno usato questo bidet"

Costume e società
Stile testo

E' interessante quanto sta avvenendo in queste settimane nel mondo dell'informazione internazionale. Quest'ultima sembra aver trovato un filone dorato per vendere copie e far scaricare articoli, dopo un periodo (specie per la carta stampata) decisamente poco felice. Il filone è rappresentato dalla gigantesca puttanopoli che sta investendo il sedicente incolpevole premier Berlusconi.

Mentre in Italia i suoi fedeli servitori (tipo Carlo Rossella) rilasciano interviste in cui dichiarano che le feste organizzate nelle ville di Berlusconi, in cui ci sono amici, a amiche di amici, finiscono a mezzanotte e sono innocui ritrovi conviviali durante i quali il cavaliere racconta anche barzellette ("mai scollacciate") e i telegiornali nascondono le notizie delle ragazze a pagamento invitate da procacciatori a queste feste del premier, all'estero si divertono un sacco a mettere le mani nella marmellata.

L'ultimo è l'Express di quei comunisti francesi, che hanno intervistato quel grumo eversivo rosso dell'ex presidente Jacques Chirac: quest'ultimo ricorda una visita fatta in una delle case di Silvio Berlusconi. "Un tipo un po' strano" dice l'ex presidente della repubblica transalpina, che poi racconta l'orgoglio da tombeur de femme del Cavaliere quando, mostrando uno dei bagni il premier ha ghignato indicando un bidet: "Non puoi neanche immaginare quante paia di natiche ha accolto".

Questo bolscevico di Chirac, ha anche rincarato la dose svelando che in casa erano presenti numerosi settimanali con foto di donne nude. "Io gli ho domandato perché fossero in giro tutte queste riviste". La risposta di Silvio Berlusconi: "quella l'ho avuta, quella anche...". Come le figurine.

Chissà se Chirac aveva qualche "pezzo" da scambiare con "l'utilizzatore finale"...